Menu
esperto

Come sfruttare tutte le potenzialità della pay-tv dal nuovo decoder SkyQ?

sky qSky rivoluziona ancora una volta la TV. E lo fa con il lancio del nuovo super decoder Sky Q che promette una nuova esperienza di visione più coinvolgente per i suoi abbonati da condividere liberamente su tutti gli schermi in casa e fuori casa.
 
Vediamo insieme all’esperto come sfruttare al meglio la nuova piattaforma di Sky.

Sky Q non è un semplice decoder. È un ecosistema disegnato intorno all’utente che si adatta alla vita del telespettatore. Con il nuovo sistema Multiscreen Wireless infatti sei libero di vedere il programma che ami sullo schermo che vuoi senza cavi aggiuntivi e con la stessa esperienza di visione della TV principale. E puoi interrompere il programma che stai guardando e riprendere la visione da dove l’hai lasciata, in ogni stanza della casa su TV, tablet e smartphone.
 
Inoltre, Sky Q ha una interfaccia completamente nuova ed nuovo telecomando innovativo.
Sky Q
è l’evoluzione della tv tradizionale in un sistema di visione perfettamente integrato con TV e dispositivi mobili. Grazie alla nuova Home sono immediatamente disponibili i programmi live, quelli on demand e anche quelli registrati, e puoi navigare in modo intuitivo tra i contenuti di Sky con il nuovo telecomando bluetooth per trovare con facilità il programma che preferisci. Al posto delle solite frecce direzionali, il telecomando ha un touch pad simile a quello dei computer portatili che permette di navigare sullo schermo in modo semplice ed intuitivo.
 
E’ stato progettato e sviluppato nel corso di tre anni a Londra da un team di 400 persone a cui alcuni membri del team di esperti che collabora a questo sito hanno partecipato direttamente.
La vision che ha guidato l’intero team e’ stata quella di portare l’esperienza di fruizione dei contenuti di un tablet sullo schermo televisivo, e basta provarlo per cinque minuti per capire che e’ effettivamente cosi’.
Inizialmente partito nel 2013 come un progetto segretissimo chiamato “Ethan“, dopo il lancio in UK nel 2016 e’ finalmente arrivato anche in Italia.
 
Andiamo a scoprire insieme all’esperto come funziona e come ottenere il massimo da Sky Q.
 

Cosa comprende il sistema Sky Q?

  • sky q mini

    Sky Q Platinum: è il decoder di nuova generazione, il dispositivo principale del sistema. Ha un design elegante e moderno. È dotato di un multi-tuner satellitare capace di sintonizzare 12 canali contemporaneamente e funziona anche per il digitale terrestre DVB-T2 HEVC. Si connette alle rete internet di casa via WiFi, e possiede una memoria di 2 terabyte che consente di registrare fino a 1.000 ore di contenuti in HD e fino a 4 programmi contemporaneamente, mentre se ne vede un quinto. Questo significa dire basta una volta per tutte ai conflitti di registrazione, che accadono quando ci sono troppi programmi che vorremmo registrare contemporaneamente e dobbiamo necessariamente scegliere cosa eliminare.
    Inoltre e’ già pronto per il 4K HDR. Quindi quando Sky Italia comincerà a trasmettere programmi in altissima definizione, li potrai godere sul tuo nuovo televisore. In UK i programmi 4K sono già partiti lo scorso anno, per cui non tarderanno ad arrivare anche da noi.
    Il concept di Sky Q e’ quello di una TV multipiattaforma, satellitare, digitale terrestre ed online. Quindi non solo programmi televisivi, ma anche Internet! Dal decoder e’ possibile accedere ad una serie di “app” online, che permettono, ad esempio, di poter vedere le tue foto personali sul TV. Puoi scoprire di piu’ come queste app sono state progettate da questo articolo (in inglese).

  •  

  • Sky Q Mini: è il dispositivo secondario multi-room che consente la connessione wireless tra il set-top-box principale e gli altri tv di casa e device mobili. Questo significa che per vedere Sky nella camera da letto o in cucina non c’e’ piu’ bisogno di far arrivare il cavo dell’antenna! I sintonizzatori sul decoder principale trasmettono i programmi che vuoi vedere sul decoder Mini via WiFi. E funziona non solo coi programmi televisivi live, ma anche quelli registrati: quindi puoi accedere ai programmi registrati anche dalla TV della camera da letto o in cucina. Magia!
  •  

  • Sky Go: l’applicazione per smartphone e tablet per vedere i programmi di Sky in casa e fuori casa. Anche l’applicazione e’ completamente integrata nell’ecosistema. Quindi canali live su tablet e smartphone in streaming via WiFi direttamente dal decoder principale, ed accesso ai programmi che hai registrato su dispositivi mobili. Si e’ mai vista una cosa cosi’ prima?

 

Quanto costa Sky Q?

Installazione e attivazione Sky Q Platinum costano 199 euro una tantum.
Il primo Sky Q Mini è compreso nell’attivazione. Ogni Sky Q Mini aggiuntivo ha un costo di attivazione di 69 euro una tantum. Attivare Sky Q comporta anche l’attivazione di Sky Plus che costa 21 euro ogni 4 settimane. Se sei cliente Sky HD costa 15 euro. Per i clienti Extra da più di 6 anni il costo di Sky Plus si abbassa a 10 euro per chi ha un abbonamento senza HD e 4 euro per chi ha Sky HD. Il servizio di Sky Go è compreso nel pacchetto Sky Q.
 

Come prepararsi per l’installazione di Sky Q?

  • sky q telecomandoUna volta richiesta l’attivazione assicurati di avere a casa una rete internet a banda larga attiva con il Wi-fi (tieni a portata di mano la password).
  • Se abiti in un condominio e il tuo impianto satellitare è condominiale (condividi a parabola con i condomini) verifica con l’amministratore se sono previsti limiti di orari sugli interventi tecnici sull’impianto e se sono necessari permessi per accedere nelle aree comuni (ad esempio il tetto) dove saranno fatti i lavori.
  • L’intervento del tecnico Sky potrà durare fino a 3 ore se occorre realizzare un nuovo impianto, e fino a 2 ore se hai già un impianto Sky. Il sistema di Sky Q può ricevere ben 12 canali satellitari contemporaneamente e non è compatibile con un impianto satellitare tradizionale. Nella maggior parte dei casi quindi il tecnico dovrà installare un nuovo impianto sat compatibile con il sistema dCSS.
  • Decidi dove posizionare Sky Q e Sky Q Mini nelle varie stanze della casa. Assicurati che ci sia tra i due dispositivi un collegamento di rete valido, meglio se via cavo o attraverso una powerline. In caso contrario è possibile collegare i due decoder con un collegamento Wi-fi.
  • Se il segnale wireless è debole o non arriva nella stanza dove si è deciso di posizionare il dispositivo Sky Q Mini è possibile l’installazione di un ripetitore “booster” per rilanciare e amplificare la ricezione del segnale stesso.

 

 Cosa perdi con Sky Q?

  • Con l’arrivo di Sky Q sarà necessario sostituire e restituire tutti i tuoi apparecchi Sky (MySky e MySkyHD e i vari decoder multivision).
  • Inoltre, purtroppo cambiando decoder non potrai conservare le tue registrazioni su MySky. Il cambio di decoder comporterà anche la perdita di tutte le registrazioni archiviate nel tuo vecchio MySky che sarà sostituito.

 

 Cosa puoi invece mantenere con Sky Q?

  • Conserva la tua tessera Sky. La vecchia Smart Card di Sky sarà valida anche per il nuovo decoder Sky Q Platinum. Mentre Sky Q Mini non avrà bisogno di tessera.
  • Continui a vedere i canali delle altre piattaforme satellitari. Il lavoro standard del tecnico Sky non comprometterà il corretto funzionamento di altri decoder satellitari di casa (ad esempio Tivùsat).

 

Novità in arrivo nel 2018

  • sky soundbox4K HDR: il decoder Sky Q Platinum è in grado di trasmettere contenuti in 4K, ma per il momento è un funzione disabilitata. Entro marzo 2018 questa funzione verrà abilitata con un aggiornamento del firmware.
  • Voice Control: attraverso il telecomando bluetooth sarà possibile inviare dei comandi vocali al decoder principale. In Gran Bretagna è una funzione già attiva, e chi lo ha provato non ne puo’ piu’ fare a meno. In Italia l’attivazione è prevista per la prima parte del prossimo anno.
  • Sky Q Black: entro la primavera del 2018 sarà disponibile la versione a singolo schermo Sky Q Black. Sarà introdotto quindi un decoder più economico con un hard disk da 1 Tera e con un multi-tuner ridotto che non potrà quindi collegarsi con i device Sky Q Mini.
  • Sky Soundbox: nel prossimo anno arriverà anche la soundbar firmata Sky e Devialet che supporta il formato Dolby Digital+ e che renderà l’esperienza di visione ancora più coinvolgente e immersiva.

Commenti

Lascia un commento

Devi loggarti per inviare un commento